RIFLESSIONE DEL PARROCO

L’anno scorso non l’abbiamo potuta vivere insieme, ci riproviamo quest’anno. La Quaresima 2021 ci ripropone degli interrogativi antichi e fondamentali: cresce la mia fedeltà a Gesù Cristo? Cresce il mio desiderio di santità? Crescono il mio amore al Vangelo e il mio impegno nella Chiesa? Cresce il mio apostolato cristiano nella vita di ogni giorno, nel mio lavoro, fra i miei colleghi? Ho ancora speranza, e so donarla agli altri?

Ognuno risponda a queste domande, e si renderà conto che è necessaria una ripresa di slancio nella fede, una nuova apertura alo Spirito Santo, perché Cristo viva in noi, e perché la sua immagine si rifletta limpidamente nelle nostre scelte di vita, frequentando di più la Parola di Dio e i Sacramenti.

La Quaresima è il periodo di quaranta giorni (in latino, Quadragesima) dedicato alla preparazione della Pasqua. È un tempo di penitenza e di rinnovamento per tutta la Chiesa, fatto di digiuno, di astinenza e rinunce, di carità. In questo modo semplice e concreto, “la Chiesa ogni anno si unisce al mistero di Gesù nel deserto” (Catech. Chiesa Catt., 540). Proponendo ai cristiani l’esempio di Cristo nel suo ritiro nel deserto, la Chiesa ci prepara alla celebrazione delle solennità pasquali della passione, morte e risurrezione.

-La prima scelta della Quaresima è di accettare che la Chiesa, nel primo giorno di questo tempo santo, ci imponga le CENERI sulla testa e ci richiami la necessità di cambiare (= conversione) vita. Le Ceneri benedette sono per noi un forte richiamo alla serietà e responsabilità della vita; richiamo alla nostra fragilità, bisognosa di essere curata dal Medico divino (Gesù); richiamo al nostro essere terra (humus) umile, maestra di umiltà.

-La seconda scelta è la CARITÀ, che dice la verità sul nostro effettivo cambiamento interiore.

Per questo vi propongo:

1) “DOMENICA DEL CESTO PER I POVERI (Sabato 20 e Domenica 21 febbraio). Generi alimentari (pasta, latte, olio, pelati, tonno, carne in scatola, biscotti, marmellata, riso, farina, zucchero, ecc…) che saranno distribuiti alle famiglie povere delle nostre comunità attraverso la Caritas.

2) IL SOSTEGNO AI “PROGETTI MISSIONARI”, organizzati dalle nostre parrocchie, da mercoledì delle Ceneri a fine maggio.    

Gesti semplici pieni di speranza, per iniziare bene la Quaresima: un cammino di quaranta giorni per ritornare alla freschezza del vangelo vissuto.

dD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.